comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:34 METEO:POGGIBONSI11°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
mercoledì 20 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Usa, Lady Gaga canta l'inno americano accompagnata dalla banda dei Marine

Imprese & Professioni mercoledì 08 luglio 2020 ore 16:16

Come ho organizzato la mia azienda in Toscana dopo il Covid

La testimonianza di un imprenditore toscano



TOSCANA — Riceviamo e pubblichiamo una testimonianza di un imprenditore toscano su come ha riorganizzato l'azienda dopo la chiusura forzata a causa dell'emergenza sanitaria di questo inizio anno. 

In Toscana l’emergenza Covid-19 ha lasciato il segno. Una volta concluso il lockdown infatti la maggior parte delle imprese si è data da fare, raggiungendo livelli di organizzazione davvero esemplari . In veste di piccolo imprenditore, mi sono trovato in un primo momento in difficoltà perché non sapevo quali norme ci fossero da rispettare per poter riaprire in tutta sicurezza gli uffici. Nonostante tutto però non ho mollato perché volevo che i miei dipendenti potessero tornare al lavoro senza rischi: la voglia di normalità era davvero tanta.

Vi racconto come sono riuscito a gestire la situazione subito dopo il lockdown e come sto portando avanti le cose adesso.

Macchine e materiali per l’ufficio? Conviene acquistarli online

Quello che mi preoccupava, durante la quarantena, era la necessità di reperire i materiali per l’ufficio. Fino ad allora non mi era mai capitato di trovarmi in una situazione simile, ma in piena emergenza era davvero complicato trovare dei fornitori che fossero operativi. Eppure, sapevo perfettamente che non potevo permettermi il lusso di attendere dunque ho cercato dei portali online in cui acquistare tutto il necessario per ripartire immediatamente dopo il lockdown.

Oggi, macchine e macchinari per l'ufficio non li compro in negozio perché ho scoperto che è molto più vantaggioso farlo online. L’emergenza dunque mi ha aperto a nuovi orizzonti da questo punto di vista e devo dire che è davvero comodo ordinare tutto online: nel giro di 24/48 ore arriva tutto direttamente in ufficio ed i prezzi sono nettamente inferiori.

Dispositivi di protezione? Adesso non sono più un problema

Per quanto riguarda i dispositivi di protezione, posso considerarmi fortunato o semplicemente sono stato bravo a non aspettare l’ultimo minuto per ordinarli. Anche in questo caso mi sono rivolto al mondo del web e sono riuscito a ricevere mascherine, guanti monouso e gel igienizzanti in tempo per la riapertura degli uffici. C’è chi è stato meno fortunato di me: conosco persone che sono state costrette a tenere chiusa l’attività per più tempo proprio perché non avevano ancora a disposizione i DPI. I negozi in Toscana erano tutti chiusi e chi non ha voluto effettuare ordini online si è trovato in grande difficoltà. Oggi però questo non è più un problema: con lo scemare dell’emergenza è diventato decisamente più facile trovare il necessario per lavorare in sicurezza.

La collaborazione dei toscani mi ha aiutato moltissimo

Dovendo gestire degli uffici aperti al pubblico, devo ammettere che un grandissimo aiuto è arrivato dalle persone, perché senza la loro collaborazione sarebbe stato decisamente più difficile. I toscani si sono dimostrati coscienziosi e hanno sin da subito rispettato le regole in modo impeccabile. Ho sentito che in altre regioni alcuni colleghi hanno incontrato maggiori problematiche perché alcuni cittadini si sono ribellati e non collaboravano affatto. A me fortunatamente non è capitato nulla del genere: sapevano tutti che prima di entrare dovevano igienizzare le mani ed indossare la mascherina. Non ho dovuto nemmeno ingaggiare una persona addetta al contingentamento degli ingressi perché i toscani si sono dimostrati sempre collaborativi e pazienti. Questo, sicuramente, è stato fondamentale per ripartire con maggior tranquillità.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità