Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:POGGIBONSI20°36°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
venerdì 21 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Donald Sutherland interpretò il gerarca fascista Attila nel film «Novecento» di Bernardo Bertolucci
Quando Donald Sutherland interpretò il gerarca fascista Attila nel film «Novecento» di Bernardo Bertolucci

Attualità giovedì 15 dicembre 2016 ore 15:04

Noi, gli uomini di Falcone

Una foto della strage di Capaci nella quale perse la vita Giovanni Falcone

Il generale dei carabinieri Angiolo Pellegrini incontra i certaldesi. Ha portato condotto le più importanti indagini nei confronti di Cosa Nostra



CERTALDO — Il generale dei carabinieri Angiolo Pellegrini, già comandante della sezione antimafia di Palermo dal 1981 al 1985, racconterà ai giovani e ai cittadini certaldesi chi sono stati Carlo Alberto Dalla Chiesa e Giovanni Falcone.

Lo farà in due appuntamenti in programma per venerdì 16; il primo alle 10 al multisala Boccaccio per incontrare le scuole e poi il pomeriggio, alle 17, per incontrare i cittadini.

Pellegrini, che fu il riconosciuto “uomo di fiducia” e investigatore di riferimento negli anni 1981-1985 è anche l'autore del libro Noi gli uomini di Falcone. La guerra che ci impedirono di vincere, edito da Sperling & Kupfer.

Sabato 17 dicembre alle 10, in via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, l'esibizione della Fanfara dei Carabinieri di Firenze, e la scopertura della targa in memoria di Carlo Alberto Dalla Chiesa, cui Pellegrini presenzierà con Pierpaolo Romani, coordinatore nazionale di Avviso Pubblico e con il sindaco di Certaldo Giacomo Cucini.

Via Carlo Alberto Dalla Chiesa, che si innesta in via Falcone e Borsellino, si troverà in un'area che vede a pochi metri anche le vie Pio La Torre, Peppino Impastato, e il Centro polivalente Antonino Caponnetto, mentre la palestra della scuola media è dedicata a Don Pino Puglisi.

Angiolo Pellegrini, nato a Roma nel 1942, generale dell’arma dei carabinieri e comandante della sezione antimafia di Palermo dal 1981 al 1985, ha portato a compimento le più importanti indagini nei confronti di Cosa Nostra. Promosso maggiore nel  gennaio del 1986, è stato assegnato all’Ufficio Criminalità Organizzata del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri: in tale veste ha partecipato e coordinato l’attività anticrimine a livello nazionale e ha svolto un ruolo di tutto rilievo in organismi internazionali. Nel 1992 è stato chiamato a dirigere il Centro Operativo DIA di Reggio Calabria, incarico che ha svolto fino ad ottobre 1998. Il suo libro nasce, come lui ha avuto modo di dichiarare in un'intervista al suo editore, per “ricordare le vittime della mafia, le tante persone che si sono sacrificate per lo Stato e le istituzioni, eppure sono state rapidamente dimenticate” un libro scritto “soprattutto pensando ai ragazzi, che conoscono così poco della storia recente d’Italia”. E nello scriverlo, nel riannodare i fili di quegli anni la sensazione è stata che ci sia stata una regia che “ha fatto naufragare le attività avviate da Giovanni Falcone. Questo qualcuno, prima, ha eliminato o allontanato tutti i suoi collaboratori più fidati, sostituendoli con persone che non sempre erano all’altezza. E poi ci fu l’evidente tentativo di delegittimazione dello stesso Falcone”.

“Con l'intitolazione ufficiale di via Carlo Alberto Dalla Chiesa si va ad arricchire l'elenco di toponimi dedicato ai servitori dello Stato, uomini delle istituzioni e anche comuni cittadini e che hanno pagato con la loro vita la rettitudine morale e intellettuale e che non si sono piegati di fronte ai ricatti della criminalità organizzata – dice l'assessore alla memoria storica Clara Conforti – ringraziamo il generale Pellegrini e l'Arma dei Carabinieri per la sua disponibilità, l'associazione Avviso Pubblico che sarà presente ai dibattiti, e l'Istituto Comprensivo, insieme al quale siamo impegnati ogni anno per diffondere una cultura della legalità nelle giovani generazioni. Invitiamo tutti i cittadini a partecipare a queste iniziative”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il 23 e 24 Giugno si torna a votare nei Comuni dove il Sindaco non è stato eletto al primo turno. Fra questi c'è anche Firenze. Tutte le sfide
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità