QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 12°21° 
Domani 11°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità lunedì 02 marzo 2015 ore 16:06

"Il Pd si sveglia solo sotto elezioni"

Il Movimento 5 Stelle sulla situazione del Mercatone Uno: "Quella del Partito Democratico è solo propaganda, occorre dare ossigeno ai negozi"



Appresa la notizia della situazione del Mercatone Uno di Colle di Val d’Elsa, siamo infinitamente dispiaciuti per i dipendenti e per le loro famiglie che, come al solito, rappresentano le vere vittime di una casistica in cui nessuno vorrebbe mai e poi mai ritrovarsi.

In questa triste situazione di incertezza, ci fanno ridere quelli del PD (chi ha governato fino ad oggi l’Italia?! E la regione Toscana?! E la provincia di Siena?! E i comuni della provincia?!), i quali si gettano, in un’azione di sciacallaggio indecente e vergognosa, sui lavoratori del Mercatone Uno, proponendo loro soluzioni ai problemi che loro stessi hanno contribuito a creare! Se questa non è un’indecenza!!!

Fa ancor più sorridere che questo indegno comportamento avvenga in periodo di campagna elettorale (tranquilli, dopo le elezioni regionali di maggio prossimo, il partitone non vi considererà più per 5 anni!) e dopo che il Governo Renzi (PD) ha approvato, sotto i dettami della Troika, un decreto vergogna che si chiama Jobs Act, che stabilizza il precariato per le attuali e future generazioni e le cui maggiori vittime saranno, ancora una volta, i lavoratori analoghi ai dipendenti del Mercatone Uno.

Dopodichè leggiamo, sempre in questo articolo, che “il M5S punta il dito contro il Comune”, lasciando intendere che, a nostro parere, la colpa della situazione sia a carico dell’attuale amministrazione. In realtà, noi crediamo che non abbia senso continuare politiche che favoriscano la proliferazione della Grande Distribuzione a discapito dei piccoli commercianti e dei piccoli artigiani, in generale dei piccoli centri di distribuzione, che costituiscono in gran parte il motore dell’economia italiana e, in un certo senso, ci rappresentano anche culturalmente.

L’esortazione che facciamo all’attuale amministrazione del Comune di Colle per evitare in futuro altre situazioni sgradevoli, è quella di deviare maggiormente l’attenzione su progetti che diano ossigeno ai negozi, alle attività commerciali e artigianali, e di stoppare le concessioni a nuovi centri di GDO che, come testimonia il caso del Mercatone Uno, sono destinati a collassare in caso di diffusione massiccia.



Tag

World Food day, Conte: «I cambiamenti climatici mettono a rischio la sicurezza alimentare»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità