Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:30 METEO:POGGIBONSI13°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 28 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Boralevi sbotta con Telese: «Lei ha il vizio di interrompere le persone, vorrei concludere»

Politica giovedì 21 agosto 2014 ore 14:04

Provincia, inizia il nuovo corso

Ultimi giorni per Simone Bezzini da Presidente della Provincia di Siena

Il 12 ottobre le elezioni, con sindaci, consiglieri comunali. Già iniziati i contatti nell'area Pd e nei movimenti civici



Il taglio delle Province effettuato da Matteo Renzi nella scorsa primavera sta vivendo i primi passi. Il Presidente in carica della Provincia di Siena, Simone Bezzini, ha firmato infatti poche ore fa il decreto con il quale si fissano i termini e le modalità per l'elezione del Presidente della Provincia e del Consiglio. Elezioni che si terranno domenica 12 ottobre, dalle 8 alle 20, nella sede di Piazza Duomo. La nuova Provincia, così come voluto dall'attuale Premier, sarà quindi un ente di area vasta di secondo livello e la modalità di elezione degli organi non sarà più diretta, ma di secondo grado. Alle urne, infatti, andranno solo i Sindaci e i Consiglieri dei 36 Comuni del territorio senese. I voti espressi avranno un valore ponderato sulla base di un indice determinato in relazione alla fascia demografica del Comune a cui appartengono i Sindaci e i Consiglieri. Possono essere eletti Presidente della Provincia i Sindaci dei Comuni il cui mandato non scada nei successivi 18 mesi e, per questa prima elezione, anche i Consiglieri provinciali uscenti. Possono far parte del nuovo Consiglio Provinciale i Sindaci e i Consiglieri in carica dei Comuni della provincia di Siena, nonché i Consiglieri provinciali uscenti. L'elezione del Presidente avviene sulla base di presentazione di candidature, sottoscritte da almeno il 15 per cento degli aventi diritto al voto, mentre l'elezione del Consiglio Provinciale avviene sulla base di liste concorrenti composte da un numero di candidati non inferiore a 5 e non superiore a 10, sottoscritte da almeno il 5 per cento degli aventi diritto al voto. Le candidature alla carica di Presidente e le liste di candidati a Consigliere provinciale devono essere presentate dalle ore 8 alle 20 di domenica 21 settembre e dalle ore 8 alle 12 del giorno seguente all’Ufficio elettorale provinciale. Oltre ai due organi elettivi, Presidente e Consiglio Provinciale, la legge prevede per la nuova Provincia anche l'Assemblea dei Sindaci, di cui faranno parte tutti i Sindaci dei 36 Comuni del territorio. Ovvio che, al di la delle legge che regola il nuovo ente, siano già iniziati i vari giochi politici che porteranno all'elezione. La tornata elettorale dello scorso maggio ha di fatto smosso il quadro politico provinciale, con molte realtà espressione del civismo locale che hanno vinto le elezioni. Per questo, già da alcuni giorni, si sono intensificati i contatti tra i sindaci dell'area Pd e quelli dell'area civica: fermento importante anche per capire quale peso politico potrà avere il Partito Democratico in questa nuove elezioni.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità