Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:08 METEO:POGGIBONSI11°20°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
martedì 16 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sale su una piattaforma proibita per scattare un selfie e precipita nel vuoto: morta un’influencer russa

Sport giovedì 29 febbraio 2024 ore 16:53

"Strade Bianche" sabato al via da Siena

Grande attesa per la corsa senese, punto di riferimento nel calendario WorldTour di inizio stagione. Il grande ciclismo torna in Toscana



SIENA — La Strade Bianche maschile sabato diventa maggiorenne festeggiando la diciottesima edizione ed inaugurando il calendario ciclistico internazionale UCI WorldTour.

Sempre sabato sarà al via anche la decima edizione femminile di Strade Bianche, prova inserita nel calendario del circuito Women’s WorldTour.

La Classica del Nord più a Sud d’Europa, così viene oramai chiamata la prestigiosa manifestazione che si conclude a Siena in Piazza del Campo, presenta una novità nel percorso proponendo un circuito finale da ripetere due volte, a tutto vantaggio dello spettacolo.

Il percorso maschile è stato allungato di 31 chilometri ed in questa edizione arriva a misurarne 215 mentre resta sostanzialmente invariata la distanza che metterà alla prova le ragazze, 137 chilometri in tutto.

Il fascino di questa corsa è dato soprattutto dalla presenza dei tratti in sterrato, per la prova maschile ben 71 chilometri distribuiti in 15 settori, 12 dei quali in comune con la corsa femminile, in questo caso 40,4 chilometri di sterrati in totale.

L’appuntamento per la partenza è fissato per tutti in Zona Stadio-Fortezza Medicea.

Da lì gli uomini raggiungeranno Radi dopo aver affrontato la prima asperità di giornata, poi Buonconvento e la salita di Montalcino (4 chilometri al 5% di pendenza), poi Torrenieri ed il secondo passaggio a Buonconvento, il cui nome deriva dal latino e significa “luogo felice, fortunato”.

Felici e fortunati saranno tutti i ciclisti arrivati a questo punto della gara indenni da cadute e guasti meccanici, contenti di aver già superato i primi 6 tratti sterrati e pronti a pedalare sul settimo segmento polveroso di San Martino in Grania.

Al chilometro 131 inizierà l’ottavo settore di undici chilometri e mezzo, quello che dalle prime case di Asciano porta al Monte Sante Marie, dove la strada si impenna al 18% e dove nelle passate edizioni la corsa si è infiammata con azioni entrate nella storia di questa corsa, come la fantastica cavalcata solitaria di Tadej Pogacar nell’edizione del 2022.

Dopo il nono settore a Vico d’Arbia i ciclisti entreranno nel circuito finale di trenta chilometri, iniziando sul decimo segmento di Colle Pinzuto a gestire le energie rimaste, necessarie per pedalare due chilometri e mezzo con pendenze assassine fino al 15% e per continuare sull’undicesimo settore con lo strappo delle Tolfe (poco più di un chilometro con una pendenza massima del 18%).

A seguire, tutti con il manubrio puntato verso San Giovanni a Cerreto per entrare nell’inedito e dodicesimo tratto sterrato della Strada del Castagno per poi proseguire verso Montechiaro (tredicesimo settore) e tornare a Vico d’Arbia per percorrere una seconda volta le strade bianche di Colle Pinzuto (quattordicesimo sterrato) e delle Tolfe (quindicesimo segmento) per arrivare nell’abitato di Siena ai meno 11 chilometri all’arrivo.

Ai meno 2 chilometri dal traguardo sarà imboccata la Via Esterna di Fontebranda, con pendenze che arrivano al 9%.

L’ultimo sforzo sarà immane per colpa delle pendenze a doppia cifra lungo i 900 metri della ripidissima pavimentazione lastricata che i senesi hanno posato dopo la Porta di Fontebranda.

Poi finalmente, in cima, l’agognato striscione d’arrivo in Piazza del Campo, non prima però di aver pedalato in Via delle Terme e Via Banchi di Sotto.

Le donne si sfideranno anticipando gli uomini e seguendone il percorso per lunghi tratti, senza però far fatica sulla salita di Montalcino, evitando i settori 5, 6 e 8 della prova dei professionisti, che include l’iconico Monte Sante Marie.

Dopo Montaperti il percorso ricalcherà in tutto e per tutto quello maschile ed anche la carovana femminile concluderà la prova in Piazza del Campo.

Nel 2023 Strade Bianche è stata vinta dall’inglesino Thomas Pidcock e dalla ciclista olandese Demi Vollering.

Come da tradizione i due atleti avranno il numero 1 attaccato sulla schiena ma senza alcun dubbio si porteranno addosso anche la consapevolezza di potersi ripetere.

Ad insidiare Thomas Pidcock ci saranno 174 corridori (in allegato a fine articolo la lista degli iscritti), suddivisi in 25 squadre di cui 18 UCI WorldTeam e 7 UCI ProTeams.

Il belga Wout Van Aert e l’olandese Mathieau Van der Poel sono rimasti a casa ma lo sloveno Tadej Pogacar ha scelto di iniziare la sua stagione proprio con la corsa senese ed ha tutta l’intenzione di ripetere il successo del 2022.

Tra i favoriti il polacco Michal Kwiatowski, vincitore nel 2014 e nel 2017, Tim Wellens, Christophe Laporte, Richard Carapaz, Ben Healy, Quinn Simmons, Juan Ayuso, Simon Yates, Valentin Modouas, Matej Mohoric, Benoit Cosnefroy e perché no, magari anche Egan Bernal e Julian Alaphilippe.

E gli italiani?

Beh, gli italiani affidano le proprie speranze alle gambe ed all’ingegno del toscano Alberto Bettiol, ad Andrea Bagioli, Davide Formolo ed al Campione d’Italia Simone Velasco, elbano di Procchio.

Tra gli iscritti, decisi a non sfigurare, il reggellese Vincenzo Albanese quest’anno in forza alla squadra francese dell’Arkea B&B Hotel e l’intera formazione toscana della Corratec, con i direttori sportivi Francesco Frassi e Marco Zamparella seduti in ammiraglia.

Ventiquattro sono invece le squadre iscritte alla prova femminile, 14 UCI Women’s WorldTeams e 10 UCI Women’s Continental Teams).

In questo caso il pronostico sembra più facile, visto che le compagne di squadra alla SD Worx Demi Vollering e Lotte Kopecky sembrano essere un palmo sopra tutte le altre.

Tra le outsider (in allegato a fine articolo tutte le iscritte) la nostra Elisa Longo Borghini (vincitrice nel 2017), Marianne Vos, Cecilie Uttruo Ludwig, Kristen Faulkner, Mavi Garcia (seconda nel 2020), Ashleig Moolman Pasio (terza nel 2022), Elisabeth Deignan (prima nel 2016) e Katarzyna Niewiadoma, quattro volte consecutive sul podio alla Strade Bianche dal 2016 al 2019.

E noi? Noi comodamente seduti davanti al televisore con questi orari:

prova femminile

RAI SPORT HD dalle 12,45 alle 14,05 – EUROSPORT (Eurosport 2 e Eurosport.it) dalle ore 12 alle 14

Prova maschile

RAI2 diretta dalle ore 14,00 alle ore 16,45 (con streaming disponibile su RaiPlay).

EUROSPORT diretta a partire dalle ore 14,00 su Eurosport 2 e su Eurosport.it

Marco Burchi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'assaggio d'estate dei giorni scorsi è già finito. Dalla tarda serata il tempo cambierà e per 24 ore sono previsti temporali, vento forte, mareggiate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Attualità

Cronaca