comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 13° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
lunedì 30 marzo 2020
corriere tv
Coronavirus, le possibili tappe della (lenta) ripresa dopo la crisi

Attualità venerdì 24 luglio 2015 ore 12:43

Strumenti da cucina come strumenti musicali

Hay Banda tra gli ospiti di Contemporary Wine, primo festival tra arte e gusto nel segno della sostenibilità, a Certaldo il 25 e 26 luglio



CERTALDO — Tutto pronto a Palazzo Pretorio per la prima edizione di Contemporary Wine, la prima edizione di un festival che unisce arte e gusto nel segno della sostenibilità. Il 25 ed il 26 Luglio le porte del prestigioso Palazzo nel centro storico di Certaldo si aprono per due giorni, dal primo pomeriggio a tarda sera, ospiti internazionali e spettacoli, intratterranno la prima degustazione pubblica di vino biologico e biodinamico della zona. L’iniziativa, promossa dall'associazione AudioPump’n’Flex di Certaldo e patrocinata dal Comune di Certaldo e dalla Regione Toscana, ha l’obiettivo di valorizzare la sostenibilità nell’arte, nella viticoltura e nell’abitudine al gusto sano e più etico.

Ospite d’onore sarà Alan Sonfist, considerato dagli storici dell’arte il massimo esponente vivente della Land Art Movement che parlerà delle fragilità dell’ecosistema toscano e sulle possibili correzioni d’abitudine sociale finalizzate al mantenimento della flora regionale. L’impatto del singolo e della comunità sul proprio habitat, sarà l’argomento che farà da cornice alla creazione di una “Time Capsule”, opera che Sonfist donerà alla comunità locale attraverso una cerimonia pubblica. L’opera, una capsula che conterrà dei buoni semi della terra da conservare e tramandare metaforicamente alle future generazioni, sarà successivamente installata in Palazzo Pretorio.

Anche Sayoko Onishi, coreografa e ballerina giapponese, fondatrice dell’Accademia Internazionale di Butoh, sarà a Certaldo per un’esibizione di questa danza dai ritmi lenti che esalta il legame tra il corpo e la natura, l’uomo e la terra; ed ancora, Armando Tanzini, archeologo d’arte primigenia, etrusca ed africana, fondatore del primo museo d’arte contemporanea e della prima scuola di creatività in Kenia.

Big anche nella musica tra i vari ospiti attesi nella città di Boccaccio: dall’avanguardismo di Collisions, alla musica “da mangiare” di Hay Hay Banda, originale formazione bolognese che fa suonare con speciali sensori gli strumenti di cucina mentre prepara una ricetta, dall’ipnotica percussione degli hang di Paolo Borghi al classicismo elettronico di Threeontree, due giovani artisti locali, per concludere con Leisure Larry dj resident dell'associazione AudioPump’n’Flex.

Per concludere questa kermesse di promozione dell’eccellenza locale, ci saranno anche quattro conferenze, due sull’arte e due sul vino, per una conoscenza del vino biologico e biodinamico, dei suoi sapori e delle sue qualità etiche e salutari a cura dell'enologo Luciano Bandini, con una guida alla degustazione fatta da Matteo Perinti uno dei più giovani e dinamici sommelier di Firenze.

Tutti gli spettacoli sono inoltre programmati per susseguirsi, concettualmente e cronologicamente, in modo da regalare allo spettatore un’esperienza olistica e completa delle “buone pratiche” del territorio; di quelle esperienze positive in grado di garantire futuro all’eccellenza del vino e dell’arte toscana.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità