Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:POGGIBONSI10°13°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Kiev, tra le bandierine ai caduti e l’appello agi alleati: «Mandate armi e munizioni»

Attualità mercoledì 31 gennaio 2024 ore 18:45

Sviluppo toscano, piano d'investimenti da 683 milioni di euro

binari del tram
Lo sviluppo della rete tramviaria di Firenze è tra gli interventi finanziati

Strade, scuole, trasporti, sicurezza idraulica ed idrogeologica del territorio: così la Toscana guarda al futuro, ecco tutti gli interventi



TOSCANA — Con un piano d'investimenti da 683 milioni di euro la Toscana guarda al futuro, e lo fa nel controluce del Fondo sviluppo e coesione che entra in vigore nella prima metà di Febbraio, con un accordo firmato dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e dal presidente del Consiglio Giorgia Meloni

Ad annunciarlo è lo stesso Giani: "Ringrazio per la collaborazione e la costruttiva verifica degli interventi il ministro Raffaele Fitto (titolare del dicastero per gli affari europei, le politiche di coesione e il Pnrr, ndr) e l’interlocuzione con gli enti locali e il Consiglio regionale”, afferma.

La giunta regionale ha varato una delibera che prevede un denso e corposo programma di interventi finanziati dal Fondo, con cui si pianificano investimenti nella regione nell’arco dei prossimi 5 anni.

“Abbiamo cercato di equilibrare tra aree e tipologie di investimenti: il piano per la Toscana riguarda 530 milioni che si aggiungono a un intervento di anticipazione di 110 milioni concentrato soprattutto nelle scuole, e attivato 2 anni fa, e a un intervento di bonifica per Piombino di 41 milioni, che è stato anticipato negli apporti di programma. Complessivamente dunque - tira le somme Giani - si tratta di 683 milioni provenienti dal Fondo sviluppo e coesione nel nostro territorio”.

Strade, scuole, trasporti, territorio: ecco gli interventi per la Toscana di domani

L'elenco dettagliato degli interventi in programma è nell'allegato in fondo all'articolo, ma intanto ecco le priorità, rappresentate dagli interventi relativi a strade e mobilità, poiché le strade non sono ammesse a finanziamento dai fondi europei e nel Pnrr. 

L’intervento più consistente si riferisce alla tranvia per Sesto Fiorentino che, al di là dell’utilizzo del tram, collega tutta la rete tranviaria alla stazione di Castello ed è perciò il principale asse di interconnessione tra il sistema tranviario dell’area metropolitana fiorentina e la rete ferroviaria. Castello, grazie alla la stazione che si attiverà, può consentire a tutta l’utenza proveniente da Lucca, Montecatini, Pistoia, Prato di avere accesso con rapidità verso il centro direzionale di Firenze e la nuova stazione Alta Velocità in via Circondaria-viale Corsica.

E’ previsto un intervento che rivoluziona l’accessibilità al Monte Amiata, sulla strada detta ‘Cipressino’, e rilevanti interventi stradali sono definiti anche per l’area metropolitana fiorentina, Campi Bisenzio, Signa, Lastra a Signa, la Valdinievole, per la tangenziale di Cortona e, a Livorno, per gli assi che riguardano la connessione del nuovo sottopasso stradale alle ferrovie, che consente l’intervento sulle Terme Corallo

Ancora, sono previsti interventi sull’asse stradale che a Firenze dal viale XI Agosto conduce all’ospedale di Careggi e sulla viabilità a Lucca.

Forte anche l’intervento sull’area di Cisanello a Pisa, dove si prospettano risorse sia per la continuazione del plesso ospedaliero che per un ulteriore lotto della tangenziale nord ovest di Pisa, la ristrutturazione come sede di Sant’Apollonia a Firenze.

Nei territori, accanto alle strade, c’è un forte impegno per la difesa suolo e sul piano casa; e attenzione per il diritto allo studio universitario, con la ristrutturazione della residenza Tolomei a Siena e quella Fascetti a Pisa.

Un capitolo a sé riguarda Piombino: “Qui sono concentrati 41 milioni per le bonifiche; 4,4 milioni per la viabilità della strada principale e 4 milioni per lo stadio; questi interventi – afferma il presidente - vanno intesi come come agevolazione della Regione alla concetrazione di compensazioni che vogliamo dare per le problematiche dell’area siderurgica e la presenza del rigassificatore”.

Una cifra di 102 milioni va a soddisfare l’obbligo di cofinanziamento dei programmi comunitari liberando risorse che sono destinate alla sanità regionale.

Importante l’impegno sul ponte di Buriano, per 21 milioni; la ristrutturazione della scuola alberghiera a Massa, 6 milioni.

Molti i progetti per la difesa del suolo e il potenziamento di argini e lo scorrimento di corsi d’acqua.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Junior Team di cuochi in trionfo ai Campionati della Cucina Italiana, conquistato l'oro nella categoria "Cucina calda a squadre"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità