Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:35 METEO:POGGIBONSI18°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Attualità mercoledì 04 febbraio 2015 ore 18:09

Vernaccia, tutto pronto per le nuove etichette

La classica uva bianca che da origine al vino sangimignanese

Tra dieci giorni la presentazione ufficiale delle ultime annate da parte dei produttori locali: sarà una delle migliori di sempre



SAN GIMIGNANO — E' già iniziato il conto alla rovescia per la presentazione delle nuove annate ella Vernaccia di San Gimignano: domenica 15 e lunedì 16 Febbraio i produttori locali sveleranno le nuove etichette nelle sale del Museo di Arte Moderna e Contemporanea De Grada, in particolare i prodotti dell’ultima vendemmia, la 2014, per la classica Vernaccia di San Gimignano, la 2013 per la Riserva, ma anche vini di annate precedenti sottoposti ad un affinamento in cantina o bottiglia più lungo rispetto a quanto previsto dal disciplinare di produzione. Trentacinque i produttori presenti, più di ottanta le etichette di Vernaccia di San Gimignano in anteprima in degustazione ai banchi di assaggio e nella sala con servizio di sommeliers riservata alla stampa, per scoprire finalmente i prodotti dell’ultima vendemmia. Per la zona di San Gimignano l’annata 2014 porta con sé sorprese positive: le piogge che hanno flagellato l’Italia per tutta l’estate qui sono state più clementi, non sono mancate ma non si sono viste alluvioni e grandinate. Inoltre la ventilazione è sempre stata buona, spesso sostenuta, condizione che ha permesso di asciugare l’eccesso di umidità, condizione essenziale per la sanità delle uve. E la stagione fresca di luglio e agosto, contraddistinta da una buona escursione termica tra giorno e notte, insieme alle giornate di sole che hanno prevalso dalla metà di settembre, hanno preservato il patrimonio aromatico e permesso la giusta maturazione delle uve arrivate sane al momento della vendemmia, dando vita a vini freschi, profumati, eleganti, con una buona acidità anche se con meno struttura rispetto al 2013. La quantità di uva prodotta è stata superiore a quella del 2013 nonostante il lavoro di diradamento effettuato dai produttori su una vegetazione e produzione lussureggiante, interventi quest’anno necessari per contrastare gli eccessi causati dalle frequenti piogge; gli ettolitri di Vernaccia di San Gimignano prodotti sono stati di 46.100, con un aumento percentuale di 12% sul 2013. In base al disciplinare di produzione, per la tipologia Riserva l’annata di uscita a partire dalla fine del 2014 e per tutto il 2015 è la 2013. Molte aziende comunque preferiscono sottoporre i vini riserva ad un affinamento più lungo in cantina e in bottiglia per esaltarne le qualità organolettiche e i gusti terziari tipici del vitigno, la sapidità e la struttura. La quantità di Vernaccia di San Gimignano Riserva prodotta annualmente è abbastanza stabile, pari a circa il 12% della tipologia Annata, e si aggira sui 3.100 ettolitri. Le caratteristiche della Riserva 2013, annata contraddistinta da produzione e rese più basse della norma, sono quelle tipiche e rispondenti pienamente ai parametri e descrittori della tipologia: sono vini interessanti, la buona struttura è accompagnata da una sostenuta mineralità, con profumi di miele, frutta matura e della caratteristica pietra focaia. Nel corso del 2014 sono stati imbottigliati 39.703 ettolitri di Vernaccia di San Gimignano nelle due tipologie, pari a 5.293.853 bottiglie di Vernaccia di San Gimignano e ad un giro d’affari di circa 37 mil. di Euro, con un incremento sul 2013 di circa il 2,5%. L’andamento del mercato si è mantenuto buono come per gli anni precedenti, in continua crescita dal 2009.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'obiettivo è rendere gli alloggi Erp inutilizzati di nuovo assegnabili, rimettendo a disposizione di chi è in attesa circa 500 abitazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Cronaca

Lavoro