QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 13° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
venerdì 06 dicembre 2019

Attualità lunedì 11 novembre 2019 ore 14:15

Viabilità, summit fra Cosvig, Province e Comuni

Previsti 900mila euro per mettere in sicurezza la frana lungo la Sp329 a Monteverdi Marittimo. Programmati altri lavori in provincia di Siena



POMARANCE — Prosegue celermente, nonostante i tempi fisiologici dovuti al completamento delle procedure burocratiche, il lavoro dei Comuni e delle Province di Siena e Pisa per gli interventi volti a risolvere le varie problematiche della viabilità interna alle aree di propria competenza.

Un lavoro in cui è coinvolto anche il Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche (CoSviG Scrl) che oltre a svolgere le attività di coordinamento tra i vari enti coinvolti e sottoscrittori dell’accordo quadro - che prevede interventi complessivi per circa 32 milioni di euro negli ambiti delle province di Pisa, Siena e Grosseto - si occupa del monitoraggio delle attività e del trasferimento delle risorse finanziarie secondo le modalità previste per ogni singolo intervento.

Per quanto riguarda la provincia di Pisa, si è tenuto, nella sede CoSviG di Larderello, un briefing che ha coinvolto i sindaci dei territori coinvolti (Montecatini Val di Cecina, Monteverdi M.mo e Pomarance) e i tecnici e i rappresentanti della Provincia e di CoSviG.

In questa sede si è avviato l’aggiornamento del cronoprogramma sulla base di quanto sinora disposto, in particolare dell’intervento in via di aggiudicazione (entro l’anno solare 2019) sulla SP329 – nel comune di Monteverdi M.mo - per risolvere un importante movimento franoso, il cui costo si aggira, complessivamente, intorno ai 900mila euro e il cui cantiere dovrebbe partire – questo l’auspicio – nella primavera 2020 per essere ultimato in tempo per la stagione estiva.

Nel frattempo proseguono, senza sosta, i monitoraggi anche degli altri tratti oggetto di intervento, in maniera da riuscire, non appena esaurite le procedure necessarie, ad assicurare una viabilità sicura ed affidabile ad aree che, sempre più, attirano turisti curiosi di scoprire il cuore caldo della Toscana

Per quanto riguarda la Provincia di Siena, invece, si sono svolte recentemente due riunioni (il 14 e il 22 ottobre scorsi) che hanno visto la partecipazione, oltre che degli amministratori e alcuni rappresentanti dei Comuni coinvolti (Chiusdino, Radicondoli, Radicofani, San Casciano dei Bagni), i tecnici e il Presidente della Provincia di Siena, Silvio Franceschelli, e di CoSviG.

Anche qui gli incontri sono serviti per aggiornare il cronoprogramma degli interventi sulla base dello stato dell’arte delle progettazioni in corso e dei cantieri aperti, alcuni dei quali in via di ultimazione e consegna, come quello nel comune di Radicofani, volto a risolvere un piccolo movimento franoso per un importo di circa 90mila euro.

Un altro intervento – sempre per la risoluzione di una problematica di tipo franoso, ma di entità più vasta – è stato recentemente aggiudicato, e prevede una spesa di circa 265mila euro.

Ancora in fase di studio, invece, il movimento franoso in località Sesta (comune di Radicondoli) per il quale sono previsti ulteriori monitoraggi al fine di individuare la migliore soluzione progettuale.



Tag

Salvini: «Il leader delle sardine non vuole confrontarsi con me? La cosa è reciproca»

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Sport

Attualità

Cronaca