comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:00 METEO:POGGIBONSI11°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
lunedì 25 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Genovese, la confessione delle ragazze che lo accusano: «La cocaina era sui piatti, come un self service»

Attualità giovedì 12 novembre 2020 ore 11:35

Da due anni i Comuni sono "fusi"

Il referendum popolare che ha sancito la nascita della nuova Amministrazione si è tenuto l'11 e il 12 novembre 2018. Il sindaco fa il punto



BARBERINO TAVARNELLE — Era il 12 novembre del 2018 quando il primo "sì" al quesito sull’istituzione o meno del Comune di Barberino Tavarnelle, dichiarato a larghissima maggioranza dalla collettività, sancì l’avvio ufficiale del nuovo territorio.

I cittadini, chiamati alle urne in occasione della consultazione referendaria che è stata poi l’unica di quella tornata regionale a produrre esito positivo, espressero parere favorevole. A Tavarnelle il sì raggiunse l’82,11 per cento, a Barberino il 67,73 per cento.

Un dato storico che l’amministrazione comunale vuole celebrare  spiegando i vantaggi di questa importante operazione. Nel biennio 2019-2020 il Comune ha ricevuto 2,5 milioni di euro ad annualità.

“Di queste importanti risorse, derivanti dalla fusione - precisa il sindaco - abbiamo destinato alla spesa di investimenti fondi finalizzati alla riqualificazione di immobili e spazi comunali, edifici scolastici e mondo sportivo, di cui abbiamo varato specifici progetti prossimi alla partenza, al miglioramento della sicurezza stradale, alla prevenzione e al contrasto al fenomeno del dissesto idrogeologico, al potenziamento dei servizi, alla creazione di nuovi spazi a disposizione della comunità”.

Ma la cosa che il sindaco tiene a dire è che questi fondi sono stati fondamentali  per far fronte alla difficile situazione dell’emergenza, a sostegno di cittadini e imprese.

Nel suo riepilogo il primo cittadino di Barberino Tavarnelle illustra le opere pubbliche portate a termine e quelle avviate, in particolare nelle frazioni dove gli interventi erano attesi da anni. 

Il vasto piano di investimenti è stato possibile con le ampie risorse assegnate dallo Stato e dalla Regione, piano che ha visto in questi mesi, nonostante la pandemia in corso, la conclusione di molti cantieri, tra i più importanti ricordiamo: la scuola di Marcialla, la riqualificazione di via Senese a San Donato e il nuovo asfalto a Tavarnelle. 

Ma il programma di interventi è ancora lungo e molti sono i lavori in atto, un vasto piano di investimenti che vuole rinnovare il territorio creando una nuova identità comune ai due borghi.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Sport

CORONAVIRUS