Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:POGGIBONSI12°26°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
martedì 28 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Alberto Angela a Pompei: «Sperimenteremo la tecnica del piano sequenza»

Attualità venerdì 15 luglio 2022 ore 11:26

Scoprire il Chianti a piedi e in bici

Una rete di nuovi itinerari si aggiungono a quelli esistenti per conoscere luoghi molto suggestivi e immersi nel verde



BARBERINO TAVARNELLE — La Giunta comunale ha portato a termine l’identificazione di sei nuovi sentieri che si snodano lungo i crinali delle colline, costeggiano antichi castelli e rivelano luoghi immersi nel patrimonio naturalistico chiantigiano, a cavallo  dalla Valdelsa e dalla Valdipesa.

“Il progetto non rappresenta solo l’opportunità di mettere in campo un nuovo volano economico e uno strumento di valorizzazione turistico-culturale del territorio, rivolto a chi viene a farci visita e sceglie Barberino Tavarnelle come destinazione ideale - dichiara l’assessore al turismo Tatiana Pistolesi -  La nuova rete sentieristica è un’occasione di conoscenza e riscoperta di una terra ricca di storia, cultura, natura e bellezza, un territorio dolce e armonioso che insieme ai volontari Cai, che presidiano e curano i sentieri con passione e dedizione, abbiamo deciso di promuovere e tutelare nella massima espressione di accessibilità e accoglienza”.

I sentieri sono appunto sei: il primo è l’anello del maggiociondolo, un itinerario naturalistico tra boschi e coltivazioni dell’Area Naturale Protetta di interesse locale di Badia a Passignano, si ha la possibilità di pedalare nell’anello di San Giovanni Gualberto, un itinerario tra la Pesa e i rilievi di Badia a Passignano, sulle tracce di un’antica leggenda del Santo San Giovanni Gualberto.

L’anello di Passignano tra Badia a Passignano al confine con Greve in Chianti lungo percorsi di strade bianche e l’anello di San Polo da San Donato in Poggio al torrente Pesa, un percorso storico che attraversa il borgo medievale di San Donato in Poggio e quello abbandonato di San Polo, permettono di scoprire alcune zone del Chianti meno conosciute e più selvagge.

Il quinto itinerario si snoda lungo la Pesa al Mulino di Petrazzo e l’ultimo viaggio accompagna l’escursionista alla scoperta delle briglie sull’Agliena tra Tavarnelle e Barberino. Si tratta delle briglie citate da Leonardo da Vinci nel codice Leicester.

Il progetto “Percorsi escursionistici di Barberino Tavarnelle, le vie dell’acqua, i sentieri naturalistici, i percorsi storici” sarà presentato martedì 19 Luglio alle 21,30 alla fattoria Pasolini dall’Onda Borghese a Barberino, alla presenza del sindaco David Baroncelli, dell’assessora Tatiana Pistolesi, della consigliera comunale Barbara Guazzini e dei referenti del Cai sezione di Firenze.

L’iniziativa che ha visto la partecipazione di oltre 200 persone è stata curata dalla Fie e dalla Comunità Toscana Il Pellegrino, con il patrocinio dei Comuni dell’Unione Comunale del Chianti Fiorentino. Si tratta di itinerari naturalistici e storici che permettono la scoperta approfondita del territorio, un'idea che va nella direzione di privilegiare le attività cosiddette green a favore della natura e dell'ambiente, un obbiettivo cardine della Giunta Baroncelli.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Cambiano ancora una volta le carte in tavola di una primavera che non trova stabilità. Gli esperti attendono altre giornate con pioggia e rovesci
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità