Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:POGGIBONSI15°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 28 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, rissa scoppiata alla Darsena tra lanci di bottiglie e scazzottate

Attualità martedì 08 dicembre 2020 ore 12:00

Barberino e Tavarnelle un'unica Bandiera Arancione

Presentata domanda per far accedere l'intero nuovo Comune al riconoscimento. Adesso solo uno dei due borghi è nella lista



BARBERINO TAVARNELLE — Il Comune lancia una nuova sfida turistica con la proposta di candidare il territorio a borgo diffuso Bandiera Arancione, attualmente Tavarnelle non ne fa parte, perché fu il vecchio Comune di Barberino a ottenere il riconoscimento. E’ l’obiettivo della giunta Baroncelli che aspira a vestire di arancione tutto il territorio comunale piantando bandiere di eccellenza nei tanti borghi che ne qualificano le origini millenarie e le peculiarità contemporanee.

E’ stato avviato quindi, il percorso burocratico per certificare l’intero territorio con il marchio Bandiera Arancione che, in base agli obiettivi del Touring Club Italiano, valorizza le mete dell’entroterra.

Tutti i borghi e castelli meritano di essere parte del riconoscimento: Badia a Passignano e San Donato in Poggio in primis. Sono due superbi esempi di rappresentazione medievale del Chianti, per questo non solo il castello di Barberino ma anche gli altri devono essere parte della rete dei paesi del Tci.

Da qui la richiesta dell'Amministrazione per poter accedere, grazie alla fusione con Tavarnelle anche quest'area potrà aspirare a questo importante riconoscimento.

Un obbiettivo per il sindaco Baroncelli che tiene particolarmente a raggiungere per poter creare una storia comune tra le due comunità da poco unite.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità