Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:POGGIBONSI14°26°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 14 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
I missili iraniani sopra la moschea di al-Aqsa a Gerusalemme

Attualità mercoledì 22 ottobre 2014 ore 17:38

Fabbrichina premiata, protesta dei colligiani

Appartamenti invenduti

Oltre il danno la beffa: per il "cantiere scandalo" il Premio Urbanistica alla prossima edizione di Urbanpromo. Inviata una lettera all'organizzazione



COLLE DI VAL D'ELSA — Recupero dell’ex area industriale Fabbrichina a Colle Val d’Elsa a vinto il Premio Urbanistica 2014 che verrà consegnato in occasione di Urbanpromo, il prossimo 11 novembre a Milano. Per chi vive fuori città un prestigioso riconoscimento, per i colligiani un qualcosa vicino ad una barzelletta.

Nonostante la firma dell'illustre architetto Jean Nouvel, il cantiere della Fabbrichina è al centro di un vero e proprio scandalo, visto che il cantiere, per diversi motivi, è ormai fermo da anni e nonostante lo scempio anche la nuova amministrazione comunale guidata da Paolo Canocchi non sembra ancora arrivata al bandolo della matassa. Inutile stare adesso a ripercorrere le tappe di una vicenda ormai nota, anche se la notizia, più del premio che verrà consegnato per la Fabbrichina, è che molti colligiani hanno deciso di prendere carta e penna e scrivere direttamente alla segreteria di Urbanpromo non tanto per lo sdegno del premio, quanto per capire se sono consapevoli dello stato in cui versa il cantiere. Un progetto di supermercato ormai naufragato – la parola usata è appropriata se si pensa al lago artificiale che avvolge tutto il cantiere – un tetto fatto da una mediateca, una collina sventrata per costruire appartamenti, metà dei quali ancora sotto forma di scheletro di cemento armato e tutti invenduti. E' questo ciò che faranno sapere io colligiani alla direzione di Urbanpromo anche se, senza voler fare gli avvocati del diavoli, la risposta sarà sicuramente che un conto è un progetto e la sua fattibilità, un conto è la sua concreta realizzazione. Il progetto, piaccia oppure no, era comunque stato fatto, lo scempio è venuto fuori dopo dando probabilmente un così importante investimento in mani poco esperte. Ma ormai è inutile recriminare sul latte versato, ciò che conta adesso è che l'amministrazione comunale, tra banche, notai, avvocati e curatori riesca a portare in fondo quantomeno la parte relativa a supermercato e mediateca, visto che gli appartamenti rimarranno nello stato attuale ancora per moltissimi anni. Certo è che oltre il danno, la beffa di un premio pare troppo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco l'elenco dei prezzi del carburante in provincia di Siena. Comune per comune gli impianti più economici dove fare rifornimento.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità