Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:POGGIBONSI12°25°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Taormina, ubriaca al volante perde il controllo e va a sbattere in galleria: le immagini dell'incidente

Attualità venerdì 01 giugno 2018 ore 14:36

Gli apprezzati servizi educativi di Poggibonsi

Un momento degli incontri a Roma
Un momento degli incontri a Roma

Audizione a Roma dedicata alla formazione in servizio del personale educativo e delle insegnanti. Salvadori: “Buona pratica sviluppata nel tempo”



POGGIBONSI — Un importante attestato di qualità per il sistema dei servizi educativi 0-6 di Poggibonsi

L’esperienza del Comune è stata infatti oggetto di audizione nell’ambito dell’incontro che si è svolto a Roma nei giorni scorsi, promosso dal Gruppo Servizi Educativi dell'Osservatorio Infanzia e Adolescenza presso il Dipartimento per le Politiche della Famiglia. Dopo l’introduzione da parte del Gruppo e l’intervento del MIUR sullo stato di attuazione della riforma 0-6, è stato il momento delle due esperienze oggetto di illustrazione, una del Comune di Bologna e l’altra del Comune di Poggibonsi. In particolare l’esperienza su cui il dirigente del settore Patrizia Vannini ha relazionato ai soggetti presenti (amministratori, operatori, sindacati, associazioni nazionali), è stata quella della formazione in servizio del personale educativo e delle insegnanti. 

“Il nostro Comune è dalla fine degli anni novanta che ha attivato percorsi di formazione – dice l’assessore alle Politiche Educative Susanna Salvadori - Da circa un decennio questi percorsi si sono strutturati con l’arrivo del coordinatore pedagogico Roberta Baldini. Abbiamo promosso una buona pratica che ha costruito relazioni di fiducia con azioni concrete a livello comunale e che si è estesa a tutta la zona. Ne sono prova anche i percorsi formativi portati avanti in questi anni, a livello di area e che coinvolgono il sistema integrato 0-6, pubblico e privato con esperienze di qualità”.

L’esperienza di formazione in servizio, oggetto di audizione, è destinata al sistema integrato pubblico-privato dei servizi all’infanzia da zero a sei anni della Zona Alta Valdelsa, di cui Poggibonsi è il Comune capofila. L’esperienza formativa è stata progettata e gestita direttamente dal coordinamento pedagogico zonale, una struttura plurale della quale fanno parte i due coordinatori pedagogici dei due Comuni più grandi ricompresi nella zona e che riunisce periodicamente i coordinatori comunali e di plesso dei servizi ricompresi nel territorio. E’ un’esperienza iniziata nell’anno educativo 2012-2013 e che si sta tuttora realizzando con il finanziamento della Regione Toscana e con uno sviluppo progressivo nel tempo lungo sul tema ampio “del curricolo in continuità”. 

Fondamentale il ruolo della Regione Toscana con l’emanazione di proprie linee guida e con risorse vincolate, che ha rafforzato e potenziato il Sistema Integrato dei Servizi Educativi attraverso gli strumenti del coordinamento gestionale e pedagogico zonale e della formazione del personale, con iniziative di formazione congiunta per educatori dei servizi educativi per la prima infanzia e insegnanti della scuola dell'infanzia, mirate al raggiungimento della continuità educativa dalla nascita fino ai sei anni di età. A questo proposito fondamentale la stipula di un Protocollo tra Regione e Ufficio Scolastico Regionale per percorsi di formazione congiunta per educatori dei servizi educativi e docenti della scuola dell’infanzia nell’ambito della qualificazione del personale in servizio nel sistema integrato 0-6 anni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Decolla l'indagine che coinvolge 46 territori comunali in Toscana e circa 800 in Italia. Aderire è obbligatorio. Ecco l'elenco dei Comuni interessati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità