Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:24 METEO:POGGIBONSI18°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 13 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lite Conte-Lautaro, il finto match di boxe ad Appiano

Politica mercoledì 21 aprile 2021 ore 07:00

"Controlli anche negli altri lotti della Sr 429"

E' quello che chiedono partiti e liste civiche di centrodestra della Valdelsa. Una dichiarazione unica per sottolineare l'urgenza del problema



POGGIBONSI — Le opposizioni che siedono nei vari consigli comunali, danno voce ad un comunicato congiunto sulla vicenda legata agli sversamenti di prodotti tossici nei cantieri della strada regionale.

Il comunicato sottoscritto dal centro destra di Poggibonsi, Certaldo, Barberino Tavarnelle e San Gimignano chiede un controllo dei terreni con i quali è stata costruita la Sr 429 da Poggibonsi a Certaldo. 

"Non è normale che una strada di così vitale importanza per le aziende locali giunga con così tanto ritardo e, una volta realizzata, necessiti di così tanti interventi ravvicinati nel tempo, con conseguente spreco di denaro pubblico. Basti pensare ai 500.000 euro investiti dalla Provincia di Siena per rattoppare solamente 7km di asfalto pochi mesi fa, senza risolvere di fatto il problema. Il modus operandi dei Sindaci è esclusivamente limitato a tagliare i nastri per le inaugurazioni dei tratti".

Continuano i consiglieri illustrando le prossime mosse, interrogazioni nei rispettivi consigli comunali e in Parlamento dove l'Onorevole Picchi, commissario del Carroccio in Provincia di Siena, farà sentire la sua voce.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il tragico schianto questa mattina. Se ne va uno dei fondatori di un'azienda tra le più note della Valdelsa
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS