Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:07 METEO:POGGIBONSI7°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
venerdì 27 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, fiori e lacrime sul luogo dell'incidente. Un testimone: «L'auto ha colpito prima il palo e poi la pianta»

Attualità mercoledì 07 dicembre 2022 ore 15:29

Nasce in città “Villa Laura Del Bello”

Si tratta di un centro per l'accoglienza di persone e famiglie in difficoltà attraverso alloggi temporanei. Il progetto è in corso di definizione



POGGIBONSI — Cerimonia significativa per la collettività di Poggibonsi questa mattina in via San Lucchese. Sarà “Villa Laura Del Bello” e sarà destinata ad un progetto di natura sociale per l’accoglienza di persone e famiglie in temporanea difficoltà. 

“Un progetto utile alla collettività, adeguato all’immobile e rispettoso della volontà del professor Paolo Del Bello, nostro esimio concittadino che ci ha fatto dono dell’immobile - Così il sindaco David Bussagli in merito al futuro dell’edificio donato al Comune di Poggibonsi dal professor Paolo Del Bello - Un gesto di grande generosità nei confronti della nostra comunità. Un gesto che ben rappresenta la persona e la figura del professor Del Bello che ha avuto un ruolo fondamentale nella crescita del nostro ospedale e che ha amato fortemente il suo lavoro e la sua città. "

L'edificio lasciato in eredità all'Amministrazione diventerà una struttura che accoglierà famiglie e persone in difficoltà abitativa. Il primo passo della nuova vita dell'immobile è sancito dall'apposizione della targa a Villa Laura Del Bello.

Medico chirurgo, già professore universitario prima a Cagliari e poi a Siena, Paolo del Bello, iniziò a lavorare all'ospedale Burresi di Poggibonsi nel maggio 1958 avviando, insieme ad altri fondamentali collaboratori e all'impegno delle suore di Santa Marta, un percorso di crescita importante. Tanti i passaggi di cui Paolo Del Bello fu protagonista. Dalla realizzazione del primo laboratorio di analisi allo spostamento del pronto soccorso in ambiente più adatto e vicino alla radiologia, all'istituzione dei primariati a partire da quello di medicina, che consenti una diversa strutturazione dell'ospedale e una sua crescita qualitativa negli anni. Il professor Del Bello ha continuato a lavorare presso l'ospedale Burresi fino al 1985, quando, all'età di 62 anni, è andato in pensione. Nel 2017 il suo decesso.

La donazione dell’immobile posto in via di San Lucchese è subordinata a condizioni relative alla sua intitolazione alla defunta moglie e alla sua destinazione. Questa mattina è stata svelata la targa di intitolazione a Laura Del Bello. Insieme al sindaco, all’assessore alle politiche sociali Enrica Borgianni, al direttore generale della Fondazione Territori Social Altavaldelsa Nicoletta Baracchini, alla figlia Silvana Del Bello, presenti il presidente del Consiglio Comunale di Poggibonsi Franco Gallerini e Pierluigi Marrucci, ex sindaco di San Gimignano e già presidente del Comitato di Gestione dell’Unità Sanitaria Locale. 

Unanime il ringraziamento a Paolo Del Bello e il ricordo delle qualità umane e professionali da parte di chi lo ho conosciuto. In particolare il dottor Flaminio Benvenuti, suo successore in Chirurgia a Poggibonsi, ha ricordato la genesi della donazione e del riconoscimento annuale “Bisturi d’Oro”, promosso dall’Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani in contesto regionale, istituito su proposta di Benvenuti e che vede come premio proprio il bisturi d’oro che lui stesso ricevette all’atto della sua nomina come primario dell’ospedale di Poggibonsi dal precedente primario dello stesso reparto, il dottor Paolo Del Bello.

Nel contesto dell’intitolazione della Villa è stato presentato il progetto su cui il lavoro è in corso. “Un progetto che si pone l’obiettivo di favorire percorsi di autonomia aiutando persone e famiglie attraverso soluzioni temporanee di alloggi - ha spiegato l’assessore Borgianni – Una risposta che si integra con altri servizi presenti sul territorio e che rappresenta una ulteriore e diversa opportunità per dare una mano a chi si trova in difficoltà ad aiutarlo ad uscire dall’emergenza”. 

E' prevista quindi la ristrutturazione di parte dell’immobile per la realizzazione di un housing temporaneo con un sistema di presa in carico attraverso una équipe multi professionale ed il lavoro di comunità. Il progetto è stato presentato dalla Società della Salute Altavaldelsa e dalla Fondazione Territori Sociali sulla missione 5 del Pnrr ed è stato ammesso a finanziamento per 710mila euro. 

Un primo tassello di un programma più ampio di miglioramento dei servizi sociali per le famiglie bisognose, in particolare legato al tema della casa e dell'intervento sulle fasce deboli.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'Amministrazione ha organizzato tre momenti per ricordare e riflettere su quello che accadde durante la Seconda guerra mondiale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Attualità