Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:POGGIBONSI13°28°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
sabato 15 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Londra, Kate Middleton e la famiglia reale si affacciano dal balcone di Buckingham Palace

Attualità giovedì 22 ottobre 2020 ore 11:25

Camminata tra gli olivi, tutte le iniziative

Percorsi di trekking, escursioni in bici, degustazioni. Visite anche a Barberino Tavarnelle e Radicondoli



BARBERINO TAVARNELLE — Con 18 Città dell’Olio coinvolte, la Toscana è la protagonista assoluta della quarta edizione della Camminata tra gli olivi, l’evento promosso dall’Associazione nazionale Città dell’Olio in 86 Città italiane.

Domenica 25 ottobre a Barberino Tavarnelle e Radicondoli sono previsti percorsi di trekking, escursioni in bici, degustazioni di pane e olio, visite ai frantoi, esperienze di raccolta delle olive, organizzate nel pieno rispetto delle norme anti-Covid.

Di seguito il programma di tutti gli eventi in Toscana, molte le possibilità e le escursioni per passare una domenica a contatto con la natura.

A Barberino Tavarnelle si potrà vivere un’esperienza indimenticabile immersi tra gli olivi mentre a Castagneto Carducci, la Camminata tra filari gli olivi condotta da una guida esperta si concluderà con la visita al Frantoi Serni e al Frantoio De Gaetano, dove dopo la visita è prevista la degustazione di olio.

La visita guidata del centro storico di Castel del Piano sarà invece arricchita da degustazioni enogastronomiche lungo il percorso e la degustazione finale di olio. La Camminata tra gli olivi di Castellina in Chianti si snoderà verso le colline a nord del paese da dove si potrà godere di una straordinaria vista su tutta la Val d’Elsa. 

Anche a Cetona il percorso passerà dall’antico sentiero degli “ex lavatoi” per arrivare fino all’Eremo medievale di Santa Maria in Belverde. A Chiusi, la passeggiata prende vita nel centro storico per poi addentrarsi nella campagna tra oliveti e vigneti, posti su colline degradanti verso la Valdichiana, con un bel panorama sul “Chiaro” di Chiusi, sul maestoso Monte Cetona e sulla città. 

A Montepulciano si potranno scoprire gli straordinari ambienti del Parco Villa Trecci, A Pitigliano, nel primo itinerario proposto, si farà tappa ad un oliveto, nel quale quasi nascosto, c’è un antico geyser: il Pozzo dell’Occhio, visibile per la prima volta al pubblico; nel secondo si percorrerà la Via Cava di Fratenuti, antica via di collegamento fra Pitigliano e Poggio Buco, suggestivo percorso scavato nella roccia creato dagli Etruschi e riutilizzato fino ai nostri giorni da viaggiatori e contadini. 

La Camminata di Radicondoli avrà inizio nel centro storico e si concluderà con la scoperta degli scorci più suggestivi che portano alle antiche mura passando per i “Disotti”. A Rapolano Terme, tappa obbligatoria al Museo della Grancia di Serre, mentre a Reggello dal centro del paese saliremo per l’antica Erta di Caselli fino a raggiungere le colline circostanti. A Rosignano Marittimo l’evento sarà l’occasione per far conoscere ai cittadini “camminatori” una nuova area del territorio rurale comunale, mentre a San Casciano dei Bagni si passerà attraverso poderi di interesse storico come Le Case, Castelrotto e la Torre. 

A Seggiano la passeggiata ci porterà in località Todiolo dove c’è una Chiesa diroccata immersa tra gli uliveti. A Semproniano lungo la passeggiata potremo ammirare gli “Olivoni di Semproniano”, per i quali è in corso l’iter per il riconoscimento di piante monumentali e fare tappa al “Nano Park”, esempio di avvenuto recupero di piante precedentemente abbandonate. Un percorso che fa tappa nei tre frantoi della città ci aspetta a Sinalunga, mentre Vicopisano offre un itinerario suggestivo tra natura e architettura alla scoperta della Pieve di Santa Maria e di San Giovanni Battista, della Chiesa di Sant’Andrea in Nocciola e a Chiesa di Sant'Jacopo in Lupeta immersa tra i verdi oliveti che segnano il paesaggio del Monte Pisano.

"Non possiamo e non dobbiamo arrenderci - spiega Michele Sonnessa, presidente delle Città dell'Olio - vogliamo continuare a vivere e ad emozionarci per le piccole cose come passeggiare tra gli olivi secolari, godersi una merenda di pane e olio, visitare un vecchio frantoio, partecipare alla raccolta delle olive. Oggi più che mai la nostra "Camminata tra gli Olivi" assume un significato particolare. Non è un evento come tanti, ma un'occasione per riscoprire la bellezza dei gesti semplici e dei paesaggi familiari".

Le Città dell'olio, compreso quelle della Valdelsa, offrono un mix di suggestioni paesaggistiche e gastronomiche che li rendono affascinanti agli occhi dei turisti e non solo. La riscoperta del turismo legato al territorio è una carta in più da giocare per rilanciare l'economia in chiave sostenibile ed ecologica.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gli operai in stato di bisogno venivano fatti lavorare in stato di sfruttamento, anche con vitto e alloggio in strutture fatiscenti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità