comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 19°26° 
Domani 17°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
mercoledì 15 luglio 2020
corriere tv
Antonio Razzi ‘imita' il Gladiatore Russell Crowe (con una pentola in testa)

Attualità giovedì 28 maggio 2020 ore 09:26

Ape e panzerotti, così affronto la crisi da Covid

Alberto Lusini ha un'azienda nel settore catering, ma adesso non può lavorare. I panzerotti sono stati il marchio di famiglia. Un successo inatteso.



POGGIBONSI — L'idea è nata come battuta, i panzerotti erano il marchio di famiglia, l'Ape era già pronta e il successo immediato

Un lampo di genio di Alberto Lusini da anni nel settore del catering per eventi e cerimonie, parole cancellate dal Covid 19. Ma non si è perso d'animo.  La sapienza  e l'esperienza familiare nel settore food sono stati la carta vincente per ripartire.

Partiamo da lontano, questa storia inizia negli anni 80 e 90 con La Gastronomica, locale di culto per i poggibonsesi, soprattutto i giovani che l'avevano eletta a casa per merende e spuntini. Un luogo famoso e rimpianto per i suoi panzerotti succulenti, i decenni sono passati ma i ricordi restano intatti.

Questa è la benzina che ha fatto il successo dell'Ape “La Gastronomica”, un mix di novità e nostalgia che sta contagiando tutti i concittadini.

L'emergenza e le regole del contenimento hanno costretto a ripensare le attività produttive, l'esempio di Alberto è una luce di speranza nel fosco panorama locale dove molte aziende lavorano con il turismo gli eventi, sono sull'orlo del fallimento. Anche lui è del settore e dice: “prospettive per l'estate non ce ne sono, forse si può sperare per l'autunno, più sicuramente per il 2021”.

L'idea dell'Ape sta avendo un successo insperato, “decine di richieste e di ringraziamenti, una novità che allieta e non fa pensare al resto” dice orgoglioso Alberto. La postazione è sempre in movimento perchè questa è la categoria nel quale è stata inserita la sua attività, ambulante itinerante. Categoria che ogni due ore deve spostarsi da uno spazio all'altro, trasformandosi in una sorta di servizio a domicilio, raggiungendo clienti nelle aree vicino alle loro case.

La voce si è già sparsa nei comuni limitrofi che hanno già chiesto se e quando vorrà andare nelle loro piazze. La cosa che ha colpito di più Alberto è la partecipazione delle famiglie, dove i genitori spiegano ai ragazzi una sorta di lezione di storia culinaria, “Questa era la merenda dei loro genitori e viene apprezzata anche dai ragazzi di oggi”.

Un piccolo segnale, che ci insegna a ripartire con ciò che si ha e con un pizzico di fantasia. Ripartire non è facile ma spesso la svolta sta nelle piccole cose, minuscole come un ape.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità