Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:06 METEO:POGGIBONSI20°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 25 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Bonafede irritato dalla domanda su Salvini: «Non mi interessa quello che dice»

Attualità sabato 23 gennaio 2021 ore 11:46

"Cittadini attivi" per prendersi cura del borgo

Il progetto del Comune prevede la possibilità per gli abitanti di partecipare alla manutenzione delle aree pubbliche



SAN GIMIGNANO — Progetti di tinteggiatura, verniciatura, pulizia di aree e spazi pubblici, cura del verde, riparazioni, installazioni arredi e tanto altro. Un modo per responsabilizzare e far partecipare i sangimignanesi alla cura della città. Con i problemi di bilancio in essere, anche un modo per ovviare alle manutenzioni, che altrimenti sarebbero dovute andare in appalto.

Saranno proprio loro i protagonisti nella cura, nella rigenerazione e nella gestione condivisa dei beni comuni urbani. E’ l’obiettivo finale del progetto ideato dall’amministrazione comunale di San Gimignano, che ha attivato le procedure per la realizzazione di un albo di “cittadini attivi”. Tutti i residenti nel territorio comunale, infatti, in forma singola o associata, con un semplice click sul sito istituzionale del Comune, potranno scegliere di poter partecipare alla gestione condivisa degli spazi a disposizione.

Afferma il sindaco di San Gimignano Andrea Marrucci: "I cittadini non sono portatori solo di bisogni ma anche di capacità che vogliamo mettere a disposizione della comunità, per la gestione dei beni comuni. E’ un’idea che abbiamo messo in campo durante la campagna elettorale e di cui oggi, a causa della pandemia, sentiamo ancora di più il bisogno".

Nonostante le difficoltà e gli stop imposti dalla pandemia in realtà il progetto è andato avanti. Cittadini e amministrazione fianco a fianco, in un percorso condiviso e costruttivo per intervenire dove c'è bisogno e rilanciare il borgo.

Secondo un preciso regolamento, i partecipanti e il Comune stipuleranno dei patti con cui concorderanno i compiti, gli interventi, le forme di collaborazione. Le proposte potranno scaturire autonomamente da parte dei “cittadini attivi” oppure su sollecitazione della stessa.

Un modo per rendere partecipi tutti coloro che vogliono dare una mano e rilanciare la città, partendo dal decoro. Un aspetto fondamentale per un luogo turistico come questo, dove la bellezza è parte integrante della vita quotidiana. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità